meridione d’inchiostro

Esistono parole del Sud? Storie meridionali? Vite del mezzogiorno? Nove scrittori provano a raccontare l’Italia più profonda. E il risultato è inaspettato. E lo dico io, che sono una di quei nove, ma quando ho scritto il mio racconto non pensavo di poter essere una voce del Sud.
Oggi all’Expolibro di Bari è stato presentato “Meridione d’inchiostro. Racconti inediti di scrittori del Sud”, a cura di Giovanni Turi (Stilo editore, 12 euro, 135 pagine). Giovanni Turi è giovanissimo, ma è riuscito a creare un’antologia dall’equilibrio perfetto. Spesso quando si mettono insieme a caso dei racconti in un collage forzato ne viene fuori un lavoro disarmonico. Invece “Meridione d’Inchiostro” è l’equilibrio tra voci, esperienze e pezzetti di Sud. Ci sono le mamme meridionali di Gabriella Genisi, che con i figli all’università imparano a usare skype e diventano mamme tecnologiche. C’è il sopra e il sotto di Osvaldo Capraro, che racconta la storia di un clochard (che sta sempre sotto), ma che conosce l’importanza dei piccoli gesti e che sa guardare gli altri e difendere i deboli, la sabbia e i ragazzi del Sud che partono militare per fame di lavoro di Giuseppe Goffredo, l’uomo-Purpu di Omar Di Monopoli, la disperazione e il coraggio di Andrej Longo, la Taranto di Cosimo Argentina, il poetico e personalissimo viaggio verso Losanna di Raffaele Nigro(perchè noi al sud se abbiamo bisogno di andare in ospedale, pensiamo che più lontano si va più sono bravi), l’acqua a perdere di Livio Romano e la mamma giustizia, del mio racconto.
Piccoli pezzi di Meridione…racconti…parole, inchiostro, frammenti delle nostre vite al fronte Sud.

1 Comment
  • Apr 11,2011 at 11:55

    Credo che la qualità del risultato dipenda, oltre che dal talento dei nove scrittori coinvolti, dal loro (anzi dal vostro) spessore umano.
    Grazie ancora una volta Cristina per il tuo entusiasmo e per il tuo impegno professionale ed etico.
    Giovanni

    P.S. “Meridione d’inchiostro” sarà in libreria dal prossimo weekend!

Leave a Comment