Sbagliare è bellissimo

Pensare fuori dagli schemi

Avete mai pensato che ci vuole coraggio per sbagliare? Io scrivo libri, eppure sono sempre i ragazzi che lo leggono i miei libri a stupirmi, a insegnarmi qualcosa… qualcosa che è nato dalle mie parole, ma che vola grazie alla loro fantasia, al loro modo di vivere, al loro pensare fuori dagli schemi.

Il De Liguori di Acerra

Venerdì 9 marzo sono stata al liceo De Liguori ad Acerra. E’ una scuola dove sono di casa. Sono già andata l’anno scorso con “Cuore di pugile” e le insegnanti come Maddalena Venuso e Anan Criscuolo sono sempre una sicurezza. I ragazzi mi hanno accolto con una sala piena di palloncini rossi. Hanno letto i Piccoli Principi del Rione Sanità

 

Tutto quello che nasce da un libro

E dalla lettura del libro sono nate recensioni, ma anche una canzone e un ball odi gruppo. sì, proprio un ballo. Mi ha stupito, ma è bellissim oche un libro possa diventare musica. E anche un film, dove l’Aviatore ( colui che arriva da lontano e che vede il mondo con gli occhi di un bambino) è diventato Pulcinella, il simbolo del loro paese. I ragazzi hanno anche fatto un cartellone con i loro pensieri , le loro parole nati dai miei pensieri e dalle mie parole.

Maria Josè

I ragazzi hanno immaginato la vita come un gioco. In un gioco si parte tutti con le stesse possibilità e ci sono ostacoli e imprevisti, ma hai sempre una occasione per ribaltare la gara.  E un pensiero mi ha colpito, in particolare, quello scritto da Maria Josè, che dice “Sbagliare è bellissmo”. Perchè mi spiegano i ragazzi: “Ci vuole coraggio per sbagliare, vuol dire che ti sei messo in gioco, che hai preso dei richi. Non sbaglia chi non ha il coraggio di vivere”.

 

 

Leave a Comment